FANDOM


Ugo Foscolo : studiando Giuseppe Parini che è non solo esponente del l'illuminismo ma anche del neoclassicismo italiano , un'altro esponente del neoclassicismo italiano è Ugo Foscolo . Ugo Foscolo o con il nome di battessimo Niccolò , Foscolo nacque nel 1778 nell'attuale isola di Zante che omero chiama Zacinto e muore a Londra nel 1827 , autore che vive a cavallo tra due secoli , tra due temperie storico culturali . Ciò significa che è un'autore nel cui spirito si intrecciano diverse istanze diverse spinte culturali . Foscolo rappresenta nella letteratura italiana del tempo già una chiarissima voce di intellettuale romantico e risorgimentale , anche se gli intellettuali romantici in Italia si innescano successivamente , il romanticismo si afferma intorno al 1810 , Foscolo nacque nel 1778 ma già si può intendere come autore romantico anche se egli è romantico . Quando in Italia negli anni dieci dell'Ottocento si impone il romanticismo come movimento culturale letterario , ecco che i romantici si scontrano contro la tradizione classicista che aveva visto negli autori come Monti come Parini uno zoccolo . I romantici vogliono perseguire il vero storico che è un racconto teologico religioso , eppure Foscolo incarna l'intrecciarsi del neo-classicismo e del romanticismo , perché essendo un autore di transizione risente dell'influsso affascinante sia del neoclassicismo che del romanticismo , Foscolo attrae il lettore perché la sua è una personalità molto varia , molto variegata . In Foscolo troviamo il fascino dell'autore che vive un'epoca di transizione di cambiamenti di un'autore che assorbe spinte culturali che sono divergenti tra di loro , che sono anche contrastanti . L'adesione al neoclassicismo e quindi al mondo culturale classico greco sembra scritto nel destino di Foscolo proprio perché nasce in una isola greca che nasce nel versante ionico / adriatico delle Grecia , al tempo di Foscolo apparteneva l'isola di Zante alla repubblica di Venezia . La madre era una donna greca Adamantina Spatis , quindi è presente il culto per la Grecia classica . In Foscolo è presente l'idea sublimata della sua civiltà , della bellezza che dalla civiltà greca propaga , neoclassicismo teorizzato da vinkelman teorizzava il bello ideale che tendeva al sublime . Foscolo perde il padre in età giovanile e con la madre si trasferirà a Venezia . Qui Foscolo frequenta i salotti che sono luoghi culturali , in particolar modo frequenta il salotto di isabella Teotochi Abrizzi donna all'incirca di 35 anni . Tra i due nasce una passione amorosa ( già nella capigliatura appare una personalità molto irrazionale , molto passionale , Foscolo nella sua vita ebbe tantissime donne ad esempio isabella Toncioni , la vita di Foscolo è stata quella di un grandissimo amatore , personalità fortemente passionale , ribelle , impulsiva , lui definisce il suo spirito guerriero combattente che ruggisce al suo interno , personalità che attrae , grande amatore , romantico cioè aderire alla realtà non attraverso la fredda razionalità , dei sillogismi ma attraverso il cuore ) . Questo salotto veneziano é un'occasione importantissima per il giovane Foscolo , poiché qui conosce delle personalità importanti che incidono sulla sua formazione culturale , incontra Ippolito Pindemonte , Foscolo dipenderà il carme dei sepolcri , e incontra anche Michele Cesarotti che è un'altro intellettuale dell'epoca che si vantava di aver compiuto un'opera di traduzione , i canti di ossian che sono un'opera di uno scrittore scozzese mc ferson che si vantava di aver tradotto questo testo da un bardo una sorte di poeta epico leggendario . Si diffonde in Europa un gusto ossianico a livello letterario , attenzione ai paesaggi sepolcrali , Gray Thomas risente di questa cultura ossianica . Foscolo crede fine della vita è il mondo eterno , al contrario dei romantici non da valore alla vita ultraterrena . C'è un modo per sfuggire all'oblio della morte . Acquisizione che Foscolo desume dal mondo culturale greco e che lui chiaramente interiorizza . Nel 1797 accade qualcosa di altamente doloroso per Foscolo , a livello politico , a livello civile , Napoleone Bonaparte cede la repubblica di Venezia agli austriaci che erano presenti nel territorio italiano , la venuta di Napoleone apporta la creazione di regimi repubblicani sulla scia della rivoluzione francese , e allora Napoleone viene esaltato come un liberatore . Napoleone è diventato imperatore cioè è caduto in quei meccanismi politici per cui chi ha il potere pensa ai propri interessi . Napoleone vende la repubblica di Venezia al nemico oppressore degli italiani . Quindi per questo delusione storica di Foscolo , a questo punto Foscolo nasce Venezia e sceglie la strada dell'esilio cioè di non scendere a patti con la nuova situazione politica , iniziai un peregrinare di un esilio , di una scelta volontaria , colli Eugani , farà tappa anche a Milano dove conoscerà Parini . Nelle ultime lettere di Jacopo Ortis si noterà Giuseppe Parini come personaggio letterario . La scelta dell'esilio è una scelta controvertibile , Foscolo muore a Londra ciò significa che la scelta dell'esilio è stata una scelta coerente fino alla fine . In tutte le sue opere letterario c'è un tono dolente cioè quello della sepoltura illacrimata , il suo sepolcro non sarà pianto da nessuno , sarà al di fuori della terra patria che lui ha perduto per sempre per non piegarsi ad un potere nuovo costituitosi . Quando Napoleone con la battagli di Marengo conquista alcuni possedimenti perduti , l'anima di Foscolo si riaccende per questo condottiero , e allora come tutti i grandi amori spesso sono destinati a delle ricadute , storicamente Foscolo ha combattuto nella cavallerie napoleonica , ha anche saputo distinguersi militarmente . Napoleone però è destinato a crollare , battaglia di Waterloo ( 1815 ) , si garantiscono gli equilibri politici nuovi , subentra la presenza degli austriaci in Italia , questo ancor di più chiarisce le idee a Foscolo , tanto è vero che poi andrà anche all'estero , Svizzera Londra dove morirà nel 1827 . Foscolo dirà nei sepolcri che l'animo dei forti , la contemplazione onorevole di questi sepolcri dei grandi induce le generazioni contemporanea a fare grande l'Italia ( parenetico = incitazione ) L'Italia può essere nazione se raggiunge l'unificazione culturale e territoriale . Nei sepolcri c'è una sezione in cui Foscolo si riferisce alle tombe dei grandi che sono presenti nella chiesa di santa croce a Firenze . Foscolo immagina che il suo sepolcro sarà un sepolcro illacrimato . Foscolo essendo di fatto un materialista , un epicureo non credeva nella possibilità della vita ultraterrena . Tra i vivi e i morti c'è un vincolo che li lega e che fa si che i morti non vivevano veramente ma che vivono tramite il ricordo dei vivi .

Appunti presi dalla spiegazione della prof. Vinti

Image

Il ribelle Ugo Foscolo